La natura del sesso bestia

Sesso e Istinti Animali - Documentario National Geographic Italia

Sesso con uno sguardo ubriaco in natura in linea

Jump to. Sections of this page. Accessibility help. Email or Phone Password Forgotten account? Archivio immagini. Canale Youtube. Log In.

Forgotten account? Not Now. Suggest Edits. Know the truth. La vera bestia - Animal Video Community è dedicata agli animali che sono stati uccisi dall'avidità, dall'egoismo e dalla sete di sangue degli umani. Alle gener A tutte le creature nostre simili che, a causa della prevaricazione dell'essere umano, sono state mutilate, macellate, bruciate, avvelenate, strangolate, gassate, fucilate, fulminate, cucinate, investite, scuoiate, mangiate, schiavizzate e domesticate.

See more. Alle genera A tutte le creature nostre simili che, a causa della prevaricazione dell'essere umano, sono state mutilate, macellate, bruciate, avvelenate, strangolate, gassate, fucilate, fulminate, cucinate, investite, scuoiate, mangiate, schiavizzate e domesticate - Moltissimi uomini negano i propri sentimenti verso la sofferenza animale, costruendosi degli alibi per giusticare il proprio comportamento prevaricatore.

Le persone imparano presto a soffocare quel che provano realmente quando vedono gli animali soffrire. Separare i pensieri dai sentimenti fa parte del processo di alienazione che afigge l'umanità. Molti altri si collocano a metà strada. Ritengono che gli animali dovrebbero essere trattati bene, ma continuano a porre su un trono la specie umana. Combattuti tra l'empatia verso le altre creature ed il bisogno di controllarle, giocano il ruolo dei moderati.

Cercano di sedare l'animosità dei difensori degli animali più estremisti; cercano di aumentare la sensibilità da parte degli sfruttatori di animali, proponendo gabbie più grandi e una macellazione "più umana". Sentono che gli animali dovrebbero poter essere liberi di vivere le proprie vite, ma poi pensiano che tale libertà sarebbe in irragionevole contrasto con il loro stile di vita.

Vogliono usare farmaci e mangiare carne la natura del sesso bestia altri prodotti dello sfruttamento animale, ma stanno male quando vengono a conoscenza di quel che subiscono gli animali per la loro produzione.

Ecco perché i macelli vengono costruiti lontano dagli occhi del pubblico e le porte dei laboratori di ricerca vengono tenute ben chiuse.

Questo aiuta le persone a mantenere la testa sotto la sabbia, chiudendo gli occhi di fronte tutta la crudeltà che li circonda. Oggi, non è tempo per la moderazione ed il compromesso, quando sono in gioco principi morali concernenti la vita e la morte - C'è una ragione per cui tante persone divengono difensori degli animali e cercano affetto in loro: nei non umani trovano onestà. Gli animali non recitano. Sono diretti. E non sono mai deliberatamente crudeli. Una volta, andare a caccia, macellare, scuoiare e picchiare gli animali faceva parte della vita quotidiana delle persone comuni.

Che le persone, oggi, siano più sensibili che nel crudele passato, è un'illusione della società contemporanea. In realtà, la la natura del sesso bestia, semplicemente, non è più abituata ad uccidere gli animali con le proprie mani.

Questo sporco lavoro viene lasciato a degli "specialisti", come macellai, cacciatori, vivisettori o dipendenti di certi canili. Anche se alcune persone, attualmente, rimangono sconvolte alla vista di foto di maltrattamenti di animali, l'importanza che attribuiscono ai prodotti di tali maltrattamenti porta semplicemente al riuto della vista di quelle immagini, o all'accettazione che queste azioni contro gli animali siano "un male necessario".

Ad oggi, il mondo è stato denito "per gli uomini" dagli uomini stessi. Mettere l'uomo al centro del mondo viene denito antropocentrismo. L'antropocentrismo permette agli umani di considerare gli la natura del sesso bestia come "risorse naturali", oggetti per uso e consumo umano. Queste denizioni create dall'uomo sono state spesso gloricate da scritture religiose, che impregnano tante pratiche violente di una presunta accettazione divina, isolandole da ogni possibile riessione ed erigendo attorno ad esse muri di fede impenetrabili.

Gli uomini, assetati di sangue, non hanno molto bisogno di giusticazioni, per il massacro della la natura del sesso bestia che compiono, ma, anche armati della fede, diventano un olocausto inarrestabile che si autoalimenta. Questa visione antropocentrica del mondo, inoltre, è sfociata nella distruzione ambientale. La natura del sesso bestia, umi, e perno intere foreste la natura del sesso bestia non sono considerati altro che oggetti, usati per soddisfare la bramosia umana per possesso materiale e potere.

Il soggiogare il mondo e i suoi abitanti ai desideri umani non ha impedito alle persone di ammazzarsi anche tra loro. Questo avviene perché la connessione tra non-umani e umani è inconfutabile: siamo tutti animali. L'antropocentrismo aliena gli umani dal resto del mondo naturale - Quando le persone antropocentriche provano affetto per gli animali o la natura, i loro sentimenti sono sempre contaminati dal loro antropocentrismo. Quando affermano di amare gli animali, intendono dire che la natura del sesso bestia loro piacciono gli animali per quel che hanno da offrire alle persone.

Di solito, preferiscono gli animali domestici. La domesticazione è stata un processo attraverso cui gli animali sono stati allevati per essere controllati e manipolati dall'uomo.

Cani, gatti e altri "animali da compagnia" sono, molto spesso, amati dalle persone che pensano alla vita animale in relazione ai bisogni umani. L'approccio antropocentrico fa anche apparire la questione animale e quella ambientale come fossero due questioni separate.

Non c'è da sorprendersi. Le persone alienate, che sono esse stesse al di fuori la natura del sesso bestia natura, vedono anche gli animali come non connessi al loro ambiente.

Ma l'intero pianeta è un unico sistema. E la la natura del sesso bestia del pianeta è più grande della somma delle sue parti animali, vegetali e minerali. Separare gli animali dall'ambiente è un costrutto mentale umano.

Non ha niente a che vedere con la realtà. Adottare una visione biocentrista significa al contrario, considerare gli umani non come il centro del pianeta, ma come uno dei partecipanti, in una moltitudine di altri esseri.

Gli elefanti, le lontre, i branzini, i ragni e gli avvoltoi ecc. I cacciatori dicono di amare la natura, anche se scaricano i loro fucili contro qualsiasi cosa si muova. I bracconieri insistono che anche loro amano gli animali e sostengono che le tagliole che usano non sono troppo dolorose per gli sfortunati animali che vi restano intrappolati. Perno i vivisettori millantano amore la natura del sesso bestia gli animali, insistendo che le torture cui sottopongono gli animali sono necessarie per la salute umana.

L'egoismo e l'antropocentrismo delle convinzioni di cacciatori, bracconieri e vivisettori dovrebbe essere evidente anche per le persone che non s'interessano degli animali. Questa visione di alcuni presunti "amanti degli animali", è evidentemente ridicola. Per loro, ad esempio, la natura del sesso bestia e uccidere animali nei laboratori è giusticabile, se si tratta di ricerca "necessaria", purché sia fatta in modo compassionevole. Perno mangiare animali è la natura del sesso bestia, purché siano "macellati in modo umanitario" Il concetto di "macellazione umanitaria" - qualunque cosa signichi - è una perversione.

Credo invece con fermezza che uccidere un essere innocente, umano o non umano, che non vuole morire, non sia mai umanitario. Potresti mai considerare umanitario l'assassinio di tuo fratello o di tua sorella? Cosa diresti se l'assassino si scusasse dicendoti che ha ucciso tua sorella con amore, con un'overdose di barbiturici, o con l'elettrocuzione?

Sorrideresti, e considereresti umanitario il suo assassinio? Resta evidente che il vero scopo, nel denire "umanitaria" la macellazione, sia rendere la faccenda più facile per gli uccisori. E' da notare come, ogni anno, nei canili statunitensi, vengano uccisi almeno quindici milioni di animali. Il pubblico non vuole sapere che gli animali di cui si è disfatto vengono uccisi con una bastonata in testa. E' più umanitario, secondo la gente, uccidere gli animali in modo più discreto - con un'iniezione, ad esempio.

Non ha importanza che gli animali eliminati vengano assassinati esclusivamente a causa della negligenza umana e della mancanza di volontà di cambiare il sistema, ad esempio impedendo la vendita di animali nei negozi, o rendendo illegale la natura del sesso bestia riproduzione e obbligatoria la sterilizzazione.

E' totalmente incociliabile opporsi alla sofferenza degli animali, ma non al loro assassinio - Tante persone risultano essere contrarie agli allevamenti intensivi, in cui gli animali sono trattati come macchine e vengono connati al buio, in spazi limitati e affollati.

Eppure, non muoverebbero alcuna obiezione contro l'uccisione di animali per l'alimentazione umana, se queste la natura del sesso bestia fossero allevate in fattorie tradizionali, a conduzione familiare, prima di essere macellate. Finché gli animali sono trattati bene da vivi, non trovano nulla di sbagliato, nell'ucciderli. La morte è per loro naturale, dopotutto - La natura del sesso bestia assassini di animali giusticano le loro azioni dicendo che anche gli umani sono animali, e che gli animali si uccidono l'un l'altro.

Gli umani stanno semplicemente seguendo la legge della natura. Ma non spiegano perché, in quanto animali, gli umani scelgano di comportarsi come parassiti e come carnivori aggressivi. Inoltre, non spiegano come, in quanto belve crudeli che uccidono e sfruttano altre creature, gli umani possano comportarsi in modo rispettoso e compassionevole verso gli altri umani.

Quando vengono sdati a rispondere, dicono, la natura del sesso bestia gli umani sono diversi dagli animali. Gli umani meritano più rispetto. Questa dichiarazione rivela un pregiudizio, chiamato specismo, che implica la convinzione che le specie non umane siano inferiori a quella umana, proprio come il razzismo implica la convinzione che alcune "razze" siano inferiori ad altre.

Trattare gli animali come esseri inferiori e con un valore minore di quello degli umani sia una caratteristica comune alla maggior parte degli esseri umani. Gli umani non sono in grado di denire il valore o la qualità della vita di un cane o di una qualsiasi creatura. Questa visione è strettamente antropocentrica.

Gli umani non possano giudicare la qualità e il valore della vita di un'altra creatura. Che rilevanza ha un tale giudizio? Il valore o la qualità che attribuiamo alla vita la natura del sesso bestia un nostro vicino di casa non sono minimamente rilevanti, quando si la natura del sesso bestia di rispettare il suo diritto alla vita.

Non fa differenza che il nostro vicino sia un cane, una lumaca, una mosca, un pipistrello o una giraffa. Alle argomentazioni intellettuali riguardanti l'etica, la maggior parte delle persone non reagisce affatto. Quando, con le parole, le si mette in difficoltà mostrando loro l'incoerenza nel trattamento degli umani e dei non umani, e che sono solo degli specisti, diranno, nel migliore dei casi, "Va bene, sono specista!

Sono incoerente! Lo accetto. Chiaramente, ora il loro comportamento non è più dovuto all'ignoranza, alla loro non conoscenza iniziale. Eppure, quasi sempre, le vostre parole cadono in orecchie sorde.